#GUARDIAMOAVANTI - PEPATA DI CORTE

  1. Come stai? Come stai vivendo il momento? Le prime settimane le ho vissute in tranquillità sistemando un po' di cose a casa e senza farmi prendere dallo sconforto e creando ricette che i nostri followers potessero riprodurre a casa. Poi è arrivato il momento di riprendere le redini per organizzare la riapertura.

  2. Tenuto conto dell’attuale situazione, pensi sia ancora possibile fare ristorazione? Credo che ci vorrà del tempo prima che le cose si sistemino e tornino ai livelli precedenti, la gente ha tanta voglia di uscire ma anche paura di una ricaduta.

  3. Come ti sei organizzato in questo periodo? Offri un servizio di consegne a domicilio o di asporto? Sì, con l'inizio della fase 2 abbiamo incominciato ad offrire il servizio di asporto e domicilio.

  4. La ristorazione non è solamente “alimentazione”. Come si può sopperire alla mancanza di contatto col cliente? In che modo si può comunque far “vivere un’esperienza”? Cercando di trasmettere dentro un contenitore usa e getta la stessa passione che si mette su un piatto classico. Mancherà il dialogo, il calore e la magia della sala, ma si potrà comunque cercare di comunicare il proprio stile all'interno di un sacchetto.

  5. Riapriresti il locale ai clienti? Ti sentiresti pronto? Noi saremmo anche pronti, speriamo lo siano altrettanto i clienti. Ci auguriamo che le misure restrittive che adotterà il governo non penalizzino troppo i locali piccoli come il nostro.

  6. Quando potrai riaprire, su cosa punterai per convincere i clienti a tornare? Quali sono i tuoi punti di forza? Sono indeciso se non cambiare niente o cambiare tutto. I prossimi giorni saranno determinanti per capire come fare… La qualità sarà da mantenere alta, su quella non si discute. La Pepata per molti in questi 12 anni ha significato sicurezza, continueremo sulla sicurezza.

  7. In cosa dovrà comunque migliorare la ristorazione? Per quanto mi riguarda è già migliorata. Ho avuto parecchi contatti con altri ristoratori per confrontarci sulla situazione attuale e nel male comune sono venute fuori cose positive. Ci siamo accorti che uniti si può crescere.

  8. Hai pensato a un “qualcosa” di nuovo da offrire? Questo delivery è già qualcosa di nuovo col quale dobbiamo convivere e che nessuno si aspettava.

  9. In questo periodo che ruolo ha il vino nella ristorazione? Penso che anche il vino stia soffrendo parecchio visto che va di pari passo con la buona cucina. Ma prima o poi ne usciremo.

  10. Un messaggio positivo per i tuoi clienti attuali e futuri. Sosteniamo la ristorazione che ne ha bisogno! Ma non solo, sosteniamo anche tutti i produttori locali, e insieme rinasceremo!

Pepata di Corte

Corte Savorgnan 12, 33100 Udine

contatti

TEL: +393275618717

MAIL: INFO[at]VINILACRICCA.IT

©2020 by VINI LA CRICCA. The Winefathers srl P.IVA 02787840301 

Photo credits: La Cricca bottles by Dario Buttazzoni; Vineyards and sky by Erik Canciani; Hands by Massimo Crivellari

  • White Instagram Icon
  • White Facebook Icon
  • Bianco Twitter Icon
0